La richiesta di Affisso: quali sono le condizioni per attivarlo

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo !

Cos’è l’Affisso?

L’Affisso è legato alla propria presenza nell’AFI (Associazione Felina Italiana), prima associazione felina indipendente italiana che promuove l’allevamento delle razze feline domestiche e la divulgazione delle conoscenze necessarie per il loro mantenimento.

Come richiedere l’affisso?

La richiesta è volontaria e dovrà essere inoltrata all’Ufficio Centrale attraverso la compilazione dell’apposito modulo predisposto dall’ANFI.

L’UC provvederà all’invio di un supervisore il quale relazionerà, con parere scritto, sulla tenuta dei soggetti, i locali in cui vivono, lo stato di salute ed aggiornerà il censimento dei soggetti presenti presso l’allevatore richiedente.

La concessione dell’Affisso è subordinata all’esito positivo di tale relazione.

Dal momento che è vietato cedere soggetti ai negozi di animali o domiciliarli presso gli stessi con lo scopo di cederli a terzi, il Socio che sia titolare di negozio o magazzino in cui si vendono prodotti per animali potrà richiedere l’Affisso previa autocertificazione che nel negozio o magazzino non vengono tenuti gatti allo scopo della vendita a terzi;

Il richiedente potrà indicare per l’Affisso sino a un massimo di tre nomi fra i quali ne verrà scelto uno, previa verifica di disponibilità del nome. Il nome non potrà essere più lungo di 15 lettere (compresi eventuali spazi).

Poichè il nome viene riconosciuto a livello mondiale dalla FIFeesso sarà sottoposto all’attenzione dell’incaricato FIFe, che indicherà con quale nome potrà avvenire la registrazione nell’apposito Albo internazionale.

Hosting (affidamento)

I soggetti componenti l’allevamento salvo quelli previsti quale numero minimo, tempo per tempo vigente, per la richiesta di Affisso, potranno vivere anche presso terzi.

Per le femmine indicate come fattrici dovrà essere comunicato all’UC con apposito modulo, a cura dell’allevatore, la persona e l’indirizzo presso il quale saranno reperibili, onde poter inviare eventuali controlli (es: controlli di cucciolata) senza incertezze e ritardi.

L’hosting sarà registrato sulla banca dati tenuta dall’ANFI a queste condizioni:

– è consentito solo sul territorio nazionale.

– La variazione del nominativo e dell’indirizzo relativo della persona affidataria deve essere comunicata entro 30 giorni dall’affido all’UC.

– Coloro che si avvalgono dell’affidamento devono in ogni caso rispettare le normative vigenti in termini di benessere e salute degli animali.

– Non è da considerarsi hosting un periodo fino ad un massimo di due mesi per le monte di soggetti data anche all’estero

Mantenimento dell’Affisso

Per il mantenimento dell’Affisso si seguiranno le inerenti regole FIFe (All. B) tempo per tempo vigenti.

Riconoscimento retroattivo dell’Affisso

I soggetti nati senza affisso che raggiungano il titolo di Campione Internazionale in esposizioni ANFI/FIFe, potranno avvalersi dell’affisso nel momento in cui l’allevatore ne dovesse diventare titolare. La richiesta sarà a cura dell’allevatore stesso.

Identificazione dei soggetti

– Ogni soggetto dovrà essere identificabile tramite l’inserimento di microchip.

– La comunicazione all’UC, per la registrazione sull’anagrafica del soggetto, dovrà pervenire a cura dell’allevatore/proprietario tramite dichiarazione medico-veterinaria.

Obblighi degli allevatori

è fatto obbligo ad ogni allevatore e/o proprietario la segnalazione delle variazioni inerenti i soggetti del proprio allevamento entro sei mesi dalla data di modifica.

a) passaggi di proprietà: su apposito modulo controfirmato da entrambe le parti

b) dichiarazione di morte/furto/smarrimento: con semplice autocertificazione;

c) variazione dello stato fisiologico riproduttivo del soggetto con certificazione medica.

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo !
Consigli